RIPARTONO I LAVORI A VIA PUGLIE: L’ISOLA CHE NON C’È DIVENTA REALTÁ

15/09/2021 Off Di luigia travaglini


Dopo anni di bagarre finalmente riapre il cantiere che offrirà a duemila studenti romani uno
spazio da vivere e condividere e alla città un progetto di rigenerazione urbana


Roma, 15 settembre 2021 – Sono finalmente ripresi i lavori per realizzare il progetto di
pedonalizzazione di Via Puglie, dopo mesi di fermo cantiere dovuto alla lunga e delicata battaglia
legale che ha interessato questi pochi metri di strada nel cuore della città. Ad agosto, infatti, il
Consiglio di Stato ha respinto l’ennesimo ricorso presentato da un gruppo di cittadini contrari al
progetto di riqualificazione dell’area ed in questi giorni il cantiere ha riaperto.
“Finalmente i lavori per realizzare la nostra ISOLA CHE NON C’E’ ripartono e speriamo che
questa sia davvero la volta buona dopo 17 anni di querelle legale” – dichiara Innocenza Spinozzi,
Presidente dell’Associazione Amici dell’IC REGINA ELENA – “Riteniamo sia simbolica e di
buon augurio la circostanza che il cantiere sia stato riaperto proprio in questi giorni,
contestualmente al rientro a scuola. Infatti, e prima di tutto, è per i bambini e per le bambine, per
i ragazzi e le ragazze che quotidianamente animano questa strada, che sin dall’inizio abbiamo
creduto fortemente in questo progetto. È uno spazio che va vissuto quotidianamente in modo
sostenibile, un’agorà pensata per la comunità scolastica e per la comunità di quartiere, per le
famiglie e per gli anziani”.
Il progetto e la battaglia legale sono stati portati avanti con determinazione dal Municipio I Roma
Centro, con il forte appoggio delle comunità territoriali e scolastiche e, soprattutto, dell’I.C. Regina
Elena e dell’Associazione Amici dell’IC Regina Elena che lo scorso maggio hanno organizzato
una giornata di giochi e sport con gli alunni e le alunne dell’IC Regina Elena patrocinata, oltre che
dal I Municipio, anche da Legambiente, dall’Unicef e dal Coordinamento Presidenti Consiglio di
Istituto Roma e Lazio, proprio a dimostrazione della vivibilità di questo tratto di strada.
Il progetto di pedonalizzazione di Via Puglie, “L’ISOLA CHE NON C’E’”, nato nel 2007 grazie
alla collaborazione tra il Municipio I Roma Centro e il Master PARES (Progettazione
Architettonica per il recupero dell’Edilizia storica e degli Spazi pubblici) dell’Università La
Sapienza di Roma, si inserisce in una visione moderna della città che mira alla rigenerazione
urbana e alla cura e alla riqualificazione degli spazi: a questo si aggiunge il tema della sicurezza
delle comunità scolastiche che si affacciano su Via Puglie con i 2.000 studenti coinvolti, tra l’I.C.
Regina Elena e gli storici licei Righi e Tasso, che attualmente non dispongono di uno spazio
vivibile e dedicato dove potersi incontrare e che, auspicabilmente tra qualche mese, lo avranno.

ufficio stampa: Barbara Ruiz